• emanuelebalzano

La Chirurgia Robotica

Prestazioni chirurgiche ad altissima tecnologia




“Attraverso una sofisticata piattaforma, applicata alla laparoscopia, il robot chirurgico è in grado di riprodurre con estrema stabilità i movimenti della mano umana all’interno delle cavità corporee.”


Un po’ di storia:

· Nel 1985 fu introdotto il primo robot chirurgico, il “Puma 560”, il quale veniva usato per eseguire biopsie neurochirurgiche.

· I successivi robot negli anni ’90, utilizzati soprattutto in ortopedia per chirurgie al ginocchio e all'anca, furono il Robodoc e l'Acrobat

· La Computer Motion (Goleta, CA) produsse i sistemi Aesop e Zeus, che hanno avuto l'approvazione della Food and Drug Administration (FDA), rispettivamente nel 1997 e nel 2001.

· La Intuitive Surgical Inc. (Mountain View, CA) dapprima brevettò lo SRI Green Telepresence Surgery System, utilizzandolo per la prima volta in Europa nel 1998 da Alain Carpentier in un intervento di cardiochirurgia in seguito lo rinominò in sistema da Vinci, in onore dello scienziato italiano che già nel 1400 immaginò una macchina automatica azionata da carrucole e fili. Il Da Vinci ha ricevuto l'approvazione della FDA nel 2000.

· Nel settembre del 2001 il prof. Jacques Marescaux realizzò per la prima volta un intervento di colecistectomia in telechirurgia transatlantica, segnando di fatto l’inizio di una nuova era. Per questa operazione venne utilizzato il sistema Zeus; il chirurgo operatore si trovava a New York e il paziente a 6200km di distanza nella città di Strasburgo.

· Nel 2003 Intuitive Surgical e Computer Motion si sono fuse, dando origine a un’unica compagnia, la Intuitive.


Il sistema attualmente più utilizzato in chirurgia è proprio il “robot Da Vinci” in vari campi:

Chirurgia Urologica: prostatectomia, nefrectomia e nefrectomia parziale con clampaggio dell’ilo renale, surrenalectomia, pieloplastica, ureterectomia, cistectomia (…)

Chirurgia Ginecologica: isterectomia, asportazione cisti ovariche o miomi uterini, annessiectomia, istero-annessiectomia (…)

Chirurgia Toracica: lobectomia polmonare, pneumectomia, interventi mediastinici (…)

Chirurgia addominale: chirurgia epato-biliare e del pancreas, chirurgia esofago-gastrica, chirurgia del colon e del retto, chirurgia bariatrica (dell’obesità), chirurgia dei reni e dei surreni, chirurgia di parete addominale (…)


I vantaggi per i pazienti:

  • Minore degenza ospedaliera con recupero delle attività quotidiane in tempi brevi (vantaggio in comune con la laparoscopia)

  • Minori complicanze post-operatorie come il dolore, l’infezione di ferita, il prolungato allettamento (vantaggio in comune con la laparoscopia)

  • Minori complicanze intraoperatorie ed in particolar modo minor sanguinamento durante l’inetrvento (dato proprio della chirurgia robotica documentato da numerosi studi clinici)

  • Nei pazienti cirrotici evidenza di percentuali minori di scompenso post-operatorio (vantaggio in comune con la laparoscopia).

  • Maggior confort per il chirurgo soprattutto negli interventi di lunga durat

  • Rispetto alla laparoscopia classica: visione 3D e strumenti robotici dotati di polso (EndoWrist Technology ) con movimenti a 360°.



46 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti